IL PRESTITO

IL PRESTITO
DAL 5 ALL' 8 NOVEMBRE
PICCOLO DEL TEATRO BELLINI

di Jordi Galcerán
traduzione Enrico Ianniello

con Luca Iervolino, Luciano Saltarelli

scena Enrico De Capoa
costumi Alessandra Gaudioso
disegno luci Simone Picardi

regia Rosario Sparno

produzione Casa Del Contemporaneo


«Mi dispiace, ma le cose funzionano così». Con queste parole inizia Il prestito, la divertente e geniale commedia di Jordi Galcerán. Un direttore di banca nega un prestito a un cliente che in garanzia può dare solo la sua parola d’onore; allora il problema di un singolo uomo diventa il problema della congiuntura economica internazionale. Ma il punto è questo: è proprio sicuro che le cose funzionino così? Caratterizzato da una scrittura esilarante e serrata, Il prestito è una commedia pura che delinea due personaggi: il direttore e il cliente, in una lotta di potere. La dignità, l’amore, la famiglia, il rispetto e la vita sono la posta in gioco. Un ring che è perimetro di un vero e proprio duello. Ma il pubblico non è semplice spettatore di questo mach. Il pubblico che guarda è il sistema stesso che tacitamente alimenta questo conflitto; il pubblico è al contempo Direttore e Cliente, in un crescendo di comicità e tensione in questo scontro senza fine perché «le cose funzionano così».

Lo spettacolo insieme a Plastilina e Fémmene comme a me forma il progetto Rua Catalana - nuovo teatro catalano a Napoli che grazie alla partecipazione attiva della Delegazione del Governo Catalano in Italia e dell’Istituto Ramon Llull vede Nuovo Teatro Sanità, Mutamenti/Teatro Civico 14 e Casa del Contemporaneo, portare in scena tre testi di altrettanti autori contemporanei negli adattamenti di Enrico Ianniello.