NON MI DIRE ..

NON MI DIRE TE L'HO DETTO  

12/13/14 APRILE
con PAOLO CAIAZZO


Il desiderio di ritrovare vecchi amici, e la voglia di collezionarne nuovi, ha decretato il successo dei Social. Ma ogni nuova moda ha il rovescio della medaglia ed i suoi effetti collaterali.  L’eterno piacere del corteggiamento, ancor più spregiudicato se virtuale, minacciano un già precario equilibrio coniugale di Guglielmo e Raffaella Martinelli. Lui dottore mediocre, ma con un invidiabile curriculum di… scappatelle, e Lei affascinante ex modella alla ricerca spasmodica di maternità.              Grazie ad una collega il dottor Martinelli ha modificato il risultato delle analisi nascondendo la propria infertilità e riversando il problema sulla moglie. Raffaella cade in una profonda crisi depressiva, e per il bene della coppia, decidono di avviare le pratiche per un’adozione di un bambino straniero.                  Pubblica la news sulla sua bacheca, ma un’operazione maldestra del marito sul suo profilo le svela la verità e numerosi contatti con pazienti-amanti. Indispettita decide di ripagarlo con la stessa moneta.                   Crea un falso account ed aggancia il suo migliore amico invitandolo per un appuntamento al buio.                La povera vittima è l’imbranato Vincenzo al quale Guglielmo mette anche a disposizione la casa. Con una banale scusa allontana la moglie ignaro del fatto che è pronta a rientrarvi come donna del mistero.                  La scoperta per Vincenzo è scioccante, cerca di scappare, ma Raffella è decisa a consumare la sua vendetta. Guglielmo non resiste alla tentazione di approfittare dell’assenza di Raffaella per portare in casa Ketty, una cubista appena conosciuta in un locale notturno. Nello stesso appartamento si ritrovano due coppie concubine ad alto rischio incrocio. La situazione si complica per le visite inaspettate di un assistente sociale per la pratica di adozione, di un ispettore dell’ufficio immigrazione e del parroco.                                 Nel panico più totale ed incapaci di sbrogliare la matassa, marito, moglie ed amante decidono di sedare gli altri. Ma Vincenzo, con una dose sbagliata, ammazza l’assistente sociale. Una scappatella extraconiugale corre il rischio di trasformarsi in tragedia, ma tutto volge ad un inaspettato lieto fine ed… una gravidanza di Raffella! Dopo esattamente un anno tutti si ritrovano per festeggiare lo scampato pericolo e per appurare la paternità del bambino!

La commedia, scritta e diretta da Paolo Caiazzo, è esilarante ed attuale. Viaggia su ritmi vertiginosi e tenta di fondere lo stile di una commedia inglese moderna con i sapori di quella veracemente napoletana.