Teatro Cilea






TEATRO CILEA , Via San Domenico , 11  Tel. 0817141801


MERCOLEDI' 25 OTTOBRE ore 21.00

DANZANMMINANDO

POLTRONA € 31.00 - GALLERIA € 21.00


MARTEDI' 7/14/21/28  NOVEMBRE

EDUARDO DE CRESCENZO " ESSENZE JAZZ"

Essenze jazz è il concerto di tutto il cammino artistico di Eduardo De Crescenzo, di una vita vissuta sul palco. Un concerto che riesce a miscelare come d’incanto: il rigore della sua formazione classica, le atmosfere raffinate del jazz, il ritmo serrato del “vocalizzo scat” nero e napoletano, la passione del mèlos greco che vibra intensa attraverso quella “voce strumento” che arriva dritta al cuore. E’ così che diventa una biografia musicale o “l’essenza” di tutti i suoi talenti.

La musica di Eduardo De Crescenzo è complessa, fatta di melodie e armonie colte, di tempi e ritmi sperimentali o meditati, di silenzi e afonie che pure fanno vibrare l’aria; eppure la sua voce magica la rende fluida e accessibile anche al grande pubblico. La voce che “suona”, la fisarmonica maestra e allieva del suo canto, sono gli elementi che la rendono riconoscibile, ma da soli non bastano a descrivere l’intensità poetica delle sue esecuzioni, le improvvisazioni libere e geniali che fanno esultare la platea dei concerti.

Cantante, fisarmonicista, compositore, interprete.

Il suo “stile” si definisce proprio “nell’insieme inscindibile” dei tanti elementi artistici e umani di cui si compone la sua personalità musicale. Difficile contenerlo in “un’etichetta” precisa perché i “generi musicali”, per De Crescenzo, hanno da sempre confini sfumati, relativi. “Quando si ascolta De Crescenzo, la cosa salta all’orecchio. Al di là delriconoscimento di vari generi, infatti, nelle sue canzoni si percepisce perfettamente l’esistenza di un margine di rischio e di inaspettatezza. Come se lo spartito fosse solo un canovaccio, dal quale possono uscire variazioni ed improvvisazioni a piacere… “ (così scriveva di lui Omar Calabrese nel 1995). Mentre Enrico Rava, più volte ospite in concerto, dice di lui: “Il mondo di Eduardo è come un giardino incantato, dove i fiori del blues si fondono con gli umori di Napoli dando vita a un canto poetico emozionante e irresistibile”. Il repertorio, pur toccando vette internazionali di popolarità con Ancora, L’odore del mare, E la musica va… ha sempre convissuto con la dimensione più intensa e poetica di brani come Il racconto della sera, Sarà così, Foglia di the, … capaci comunque di attraversare il tempo e le generazioni. “Essenze jazz”, come un filo conduttore, corre lungo i passaggi e le molteplici sfaccettature di cui si compone la musica di Eduardo De Crescenzo: le interpretazioni raffinate degli chansonniers che a inizio secolo si ispirarono alla Francia, le atmosfere del jazz americano che nell’adolescenza ascoltava nei locali sul porto di Napoli , le suggestioni del Mediterraneo che respirano nella sua città. Allora il concerto diventa “racconto” della sua storia personale, evocativo dei percorsi che l’hanno segnato, immerso in un eterno presente di cui coglie e restituisce il suono della vita. Felice l’incontro con i grandi musicisti che lo accompagnano sul palco, in dialogo continuo con la sua musica: a tratti assorti, quasi ammaliati da “quella voce” che può tutto; a tratti protagonisti delle composizioni estemporanee personali e virtuose che si creano durante il concerto. Enzo Pietropaoli contrabbasso; Marcello Di Leonardo batteria; Stefano Sabatini pianoforte; Daniele Scannapieco sassofono; Lamberto Curtoni violoncello. Il progetto è stato presentato in anteprima dal palcoscenico live nel 2012: il 24 aprile al Blue Note di Milano, il 4 maggio alla Casa del Jazz di Roma e l’11 giugno al Teatro San Carlo di Napoli. Nel 2013: il 21 marzo al Teatro Sistina a Roma; il 22 giugno al Ravello Festival, Villa Rufolo; il 7 luglio a Umbria Jazz, Teatro Morlacchi; il 20 febbraio 2016 a Roma, Parco Della Musica … e continua a incantare le platee, attratte dal talento ma anche dal brivido istintivo che cattura l’ascoltatore.

Prezzi: PLATEA € 70.00 + COMMISSIONI - GALLERIA € 60.00 + COMMISSIONI


DAL 9 AL 12  NOVEMBRE

ARTETECA " CIRQUE DU SHATUSH"

Metti insieme una coppia comica dal talento trascinante, un gruppo di circensi e l’apporto video delle più innovative tecnologie ed ecco “CIRQUE DU SHATUSH”. Gli Arteteca – al secolo Monica Silvia Lima e Enzo Iuppariello – fra i personaggi più amati del contenitore comico di Rai2 Made in Sud, reduci da una tournée internazionale e protagonisti del nuovo film di Natale 2016 “Natale a Londra”, sono mattatori per due ore di intrattenimento con la “i“ maiuscola dal ritmo serratissimo. Lo spettacolo, scritto a quattro mani dagli stessi Arteteca con Nando Mormone Ciro Ceruti che ne cura anche la regia, raccorda attraverso le musiche inedite del maestro Taviani ed i numeri di un gruppo di 8 circensi ed acrobati, sketch che hanno come protagonisti i più amati personaggi ai quali il duo comico ha dato vita negli anni. Lo Spettacolo inizia con Enzo che in proscenio a sipario chiuso parla di uno spettacolo essenziale e minimalista, ma viene immediatamente
smentito dall’ingresso estremamente trionfale di Monica a seguito di tutta la compagnia di circensi. Un continuum che trascinerà gli spettatori a 360 gradi in un mondo fantastico; il pubblico avrà la sensazione di entrare in un circo, grazie all’allestimento che caratterizzerà tutti gli spazi di accesso oltre alla sala stessa, con artisti circensi che accoglieranno gli spettatori in sala ancor prima che lo spettacolo vero e proprio abbia inizio. Uno spettacolo per Tutta la famiglia fatto di immagini, musica, circo e soprattutto tante risate!

Prezzi: 

GIOVEDI' : PLATEA € 23.00 + COMMISSIONI - GALLERIA € 19.00. + COMMISSIONI


DAL 30  NOVEMBRE AL 3 DICEMBRE

FATIMA TROTTA e MANUEL FRATTINI   " ROBIN HOOD"

Tunnel e Medina Produzioni riportano in scena, a partire da ottobre 2017, il musical che ha incantato grandi e piccini, ripercorrendo le gesta di uno degli eroi più amati di sempre: Robin Hood. MANUEL FRATTINI torna a vestire i panni dell’impavido eroe che ruba ai ricchi per dare ai poveri, affiancato da FATIMA TROTTA, giovane attrice rivelazione, nota al grande pubblico come conduttrice di Made in Sud, che svelerà le sue doti di performer nel ruolo di Lady Marian.La versione 2.0 del musical di Beppe Dati, che anche stavolta è autore delle musiche e del libretto, con gli arrangiamenti di Eric Buffat, avrà una nuova regia firmata da Mauro Simone e le coreografie di Gillian Bruce. Robin Hood il musical narra le avventure del coraggioso ladro gentiluomo e di tutti i personaggi che animano la foresta di Sherwood: Robin e Lady Marian, il simpatico Little John, fidato amico di Robin che lo accompagna in tutte le sue avventure; Lady Belt, amica del cuore e confidente di Marian; l’improbabile e disonesto Principe Giovanni e il suo perfido consigliere Sir Snake; l’affettuoso e generoso Fra Tuck e, ancora, gli amici di Robin, avventori, banditi, arcieri, dame, ancelle e servitori, saranno protagonisti di questa leggenda senza tempo che vuole raccontare come un uomo può diventare un eroe. Ambizione, coraggio, amore e avventura, in un grande musical originale per tutta la famiglia.

NOTE DI REGIA

Ogni uomo, quando ne ha l’opportunità è disposto a donare qualcosa di sé per aiutare il prossimo. In ciascuno di noi vive nascosto un valoroso Robin Hood che è pronto a rubare ai ricchi per donare ai poveri. La generosità accomuna il nostro eroe leggendario con Manuel Frattini, da sempre Manuel ha conquistato il pubblico del Musical Italiano con il suo carisma e con il suo amore incondizionato per il teatro e la nostra amicizia che ci ha visti in scena insieme in Pinocchio, continua a vivere e ad alimentarsi con generosità. Dopo 10 anni torniamo insieme sul palco con una storia rivisitata, riletta e ri-illuminata. Questa leggenda verrà raccontata ancora una volta, partendo però da un nuovo punto di vista: il desiderio di condivisione. Il nostro Robin Hood 2.0 sarà per tutti: grandi e piccoli; perché se le favole vengono raccontate con amore, conquistano tutti, e se il racconto unisce divertimento, fantasia e numeri musicali sorprendenti, allora il gioco è fatto e la freccia arriva al bersaglio. Gillian Bruce, con la sua forza, innovazione e grande sensibilità, rivedrà le coreografie sulle note delle toccanti canzoni di Beppe Dati, con dei numeri musicali nuovi e sensazionali che il compositore ha scritto appositamente. Questa condivisione darà il via ad un racconto storico e leggendario con uno sguardo moderno e divertente. Verrete catapultati nella foresta di Sherwood in 3D, personaggi buffi e divertenti con animali surreali conquisteranno la vostra fantasia e mille lucciole dei boschi saranno le vostre stelle nel cielo per innamorarvi ancora una volta, e ancora una volta credere che da qualche parte nel mondo c’è un eroe pronto a scoccare una freccia per conquistare il vostro cuore. E se da piccoli avevate un eroe in cui credere, anche oggi potrete credere alla generosità del nostro “Manuel Hood”. Ogni famiglia porterà il suo bimbo per farlo diventare un piccolo eroe che saprà aiutare chi nel mondo ha un posto riservato in ultima fila

Prezzi: 

GIOVEDI' : PLATEA € 28.00 + COMMISSIONI - GALLERIA € 24.00. + COMMISSIONI


DAL 14 AL 17 DICEMBRE

GIANLUCA GUIDI   " AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA"

Dopo 43 anni dal primo debutto torna in scena AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA, la più celebre commedia musicale di Garinei e Giovannini, scritta con Jaja Fiastri, con le splendide musiche del grande Maestro Armando Trovajoli e le coreografie di Gino Landi. Rappresentata per la prima volta nel 1974 è considerata ormai un classico del teatro italiano, affermandosi anche sulla scena internazionale con oltre 50 allestimenti in inghilterra, Austria, Cecoslovacchia, Portogallo, Spagna, Russia, Ungheria, Messico, Argentina, Cile Brasile. La nuova produzione di Alessandro Longobardi per Viola Produzioni debutterà al Teatro Brancaccio il 12 ottobre 2017 in prima nazionale . La regia originale di Garinei e Giovannini sarà ripresa da Gianluca Guidi le coreografie saranno dirette nuovamente da Gino Landi e le scene e i costumi riprenderanno fedelmente quelli originali. Gianluca Guidi indosserà nuovamente la tunica di Don Silvestro, ruolo già interpretato con grande successo nelle edizioni del 2009 e 2010. Il cast composto da 22 artisti, cantanti e ballerini è in via di definizione.

LA TRAMA  

La storia, liberamente ispirata a “After me the deluge” di David Forrest, narra le avventure di Don Silvestro, parroco di un paesino di montagna, che riceve un giorno un’inaspettata telefonata: Dio in persona lo incarica di costruire una nuova arca per salvare se stesso e tutto il suo paese dall’imminente secondo diluvio universale. Il giovane parroco, aiutato dai compaesani, riesce nella sua impresa, nonostante l’avido sindaco Crispino che tenterà di ostacolarlo in ogni modo e l’arrivo di Consolazione, donna di facili costumi, che metterà a dura prova gli uomini del paese, ma che si innamorerà di Toto e accetterà di sposarlo. Giunto il momento di salire sull’arca, un cardinale inviato da Roma convince la gente del paese a non seguire Don Silvestro, accusandolo di pazzia, cosicché sull’arca, sotto il diluvio, si ritrovano solo lui e Clementina, la giovane figlia del sindaco da sempre perdutamente innamorata di lui. Il giovane curato decide però di non abbandonare il suo paese e i suoi amici e Dio, vedendo fallire il suo progetto, fa smettere il diluvio.
Per Brindare al lieto fine Don Silvestro aggiunge un posto a tavola per… Lui!

Prezzi:

GIOVEDI' : PLATEA € 30.00 + COMMISSIONI - GALLERIA € 25.00. + COMMISSIONI

VENERDI' / SABATO/ DOMENICA  : PLATEA € 35.00 + COMMISSIONI - GALLERIA € 27.00 + COMMISSIONI


21/22/23  DICEMBRE

RUSSIAN STARS & MOSCOW STATE CLASSICAL BALLET   "LO SCHIACCIANOCI"

Per la prima volta in Italia, all’organico del Moscow State Classical Ballet si aggiungono alcune stelle della danza classica russa: Olga Pavlova, Alexey Konkin, Sergei Skvortsov, Olga Doronina, Sergei Fedorkov. Artisti eclettici, formati in patria e scelti accuratamente dalla maestra Liudmila Titova, che sarà la loro capofila e impreziosirà lei stessa il cast con le sue performance. Il Moscow State Classical Ballet by Titova è una delle più prestigiose compagnie di giro di balletto classico di tutta la Russia, ed è conosciuta ed apprezzata a livello internazionale. Attualmente diretto da Liudmila Titova, la compagnia si pone come principale obiettivo quello di far conoscere al mondo lo splendore della secolare tradizione russa nel balletto classico, volgendo lo sguardo anche ad un repertorio più contemporaneo, in linea con le esigenze del pubblico odierno.

L’alto livello artistico e la qualità del repertorio hanno portato la Compagnia a calcare i maggiori palcoscenici al mondo portando in scena l’essenza dell’arte coreutica russa con intramontabili capolavori come “Il Lago dei Cigni” e “Lo Schiaccianoci”, oltre a titoli celebri come “Giselle” , “La Bella Addormentata”, “Cenerentola” ,” Romeo e Giulietta”,”Donchisciotte”e “Carmen”.

Il Corpo di ballo vanta tra le sue fila non solo le sue 30 talentuose étoile provenienti dalle migliori scuole ed accademie di danza mondiali (come il Teatro Bolshoi, il Teatro Mariinksij  e il  teatro Stanislavsky and Nemirovich- Danchenko, templi autentici della danza classica); ma si avvale anche della partecipazione  di straordinarie star del balletto russo che impreziosiscono la scena e elevano ulteriormente il profilo tecnico e glamour dello spettacolo. Con più di 20 anni di esperienza, Il Moscow State Classical Ballet di Liudmila Titova è apprezzato dalla critica per la bellezza e l’eleganza dei propri danzatori che, con la fluidità del loro corpo perfettamente unita alla ferrea disciplina, riescono a creare un ensemble coreografico compatto ed armonico, capace di coinvolgere ed ammaliare il pubblico di ogni nazione. Per questo, ciò che distingue questo ensemble, è l’ineccepibile l’equilibrio con cui armonizzano la tensione alla perfezione del movimento e il rigore stilistico dell’arte del balletto classico.
Il risultato è una tecnica pulita e raffinata esibita sul palco con grande naturalezza ed impreziosita dalle eccelse doti espressive dei ballerini che contribuiscono a rendere l’interpretazione impeccabile in tutte le sue sfaccettature, facendo godere a pieno allo spettatore l’eterea bellezza delle opere caposaldo della storia del balletto classico.

Prezzi: PLATEA € 38.00 + COMMISSIONI - GALLERIA € 31.00 + COMMISSIONI

DAL 25  DICEMBRE AL 14 GENNAIO

CARLO BUCCIROSSO  "IL POMO DELLA DISCORDIA"

“Doveva essere un giorno felice, si celebravano le nozze della dea del mare con un uomo bellissimo, e tutti gli dei erano venuti a festeggiare gli sposi, portando loro dei doni!… La sala del banchetto splendeva di mille luci e sulla tavola brillavano carafe e coppe preziose, colme di nettare ed ambrosia, e tutti gli invitati erano felici e contenti… solo Eris, dea della discordia, non era stata invitata, ma nel bel mezzo del banchetto, arrivò, lanciò una mela d’oro sul tavolo imbandito e scappò via, creando dissapori e contrasti tra i tutti i presenti.” Tutto ciò, in breve, appartiene alla classica mitologia greca, ma proviamo a trasferirla ai giorni d’oggi, in una normale famiglia benestante, dove l’atmosfera e l’euforia di una festa di compleanno organizzata a sorpresa per Achille, primogenito dei coniugi Tramontano, potrebbe essere turbata non da una mela, non da un frutto, bensì da un pomo, un pomo d’Adamo, o meglio, il pomo di Achille, il festeggiato, ritenuto un po’ troppo sporgente… E se aggiungiamo che Achille, vivendo un rapporto molto difcile con suo padre Nicola, è continuamente difeso a spada tratta da sua madre, la epica Angela, non essendosi ancora dichiarato gay, e non avendo mai presentato Cristian, il proprio fdanzato, che da anni bazzica in casa spacciandosi per il compagno di sua sorella Francesca… se aggiungiamo poi che alla festa sarà presente anche Sara, prima ed unica famma al femminile della sua tormentata adolescenza, Manuel estroso trasformista, Marianna garbata psicologa di famiglia, ed Oscar un bizzarro vicino di casa che non ha mai tenuto nascoste le proprie simpatie nei confronti di Achille… beh, allora possiamo realmente comprendere come a volte la realtà, possa di gran lunga superare le fantasie, anche quelle più remote della antica mitologia… Omero mi perdoni!

Prezzi: 

GIOVEDI' : PLATEA € 27.00 + COMMISSIONI - GALLERIA € 22.00. + COMMISSIONI

VENERDI' / SANBATO / DOIMENICA / FESTIVI  PLATEA € 33.00 + COMMISSIONI - GALLERIA € 29.00 + COMMISSIONI


DAL 25 GENNAIO

NINO D'ANGELO  " L'ULTIMO SCUGNIZZO"

La commedia, in tre atti, è la storia dello scugnizzo ‘Ntonio Esposito, che tenta di superare la propria condizione di vita precaria per offrire, alla ragazza che ha messo incinta e al figlio che sta per nascere, quella famiglia che non ha avuto e una prospettiva di vita. Con un espediente e un ricatto riesce a sistemarsi come segretario di un avvocato, facendosi apprezzare per la sua arte di arrangiarsi e la conoscenza del codice appresa dalla strada. Il finale a sorpresa rimette tutto in discussione.  Uno dei maggiori momenti teatrali e musicali – così intenso e compiuto da essere spesso proposto autonomamente – è costituito dalla Rumba degli scugnizzi, dove Viviani costruisce con mirabile sintesi la vita e i colori della strada servendosi del ritmo di moda . L’ultimo scugnizzo debuttò al Piccinni di Bari il 16 dicembre 1932, proponendo i temi, scomodi per il fascismo, della miseria e dell’emarginazione. Fu, quindi, rappresentato l’anno dopo a Napoli (al Fiorentini) e poi a Milano, dove Viviani ebbe la sua definitiva consacrazione. Raffaele interpretava il ruolo dello scugnizzo, mentre la sorella Luisella era ‘Nnarella, prossima suocera di ‘Ntonio.Negli ultimi cinquant’anni la commedia è stata proposta nel 1957 da Nino Taranto, Aldo Giuffrè e Clara Bindi, per la regia di Vittorio Viviani; poi, nel 1986, da Nello Mascia, Nuccia Fumo e Isa Danieli, diretti da Ugo Gregoretti; altri allestimenti al teatro Bellini nel 2000 e al Trianon Viviani nel 2007.  La forza espressiva del personaggio e della storia di ‘Ntonio Esposito è stata ripresa anche dal cinema: nel 1938, nello stesso anno in cui Carmine Gallone girava Giuseppe Verdi, il regista Gennaro Righelli realizzava una trasposizione sulla sceneggiatura di Gherardo Gherardi, sempre con Viviani nel ruolo del protagonista.

Prezzi:

GIOVEDI' : PLATEA € 25.00 + COMMISSIONI - GALLERIA € 21.00. + COMMISSIONI


DALL' 8 FEBBRAIO

SAL DA VINCI in concerto

Prezzi:

GIOVEDI' : PLATEA € 33.00 + COMMISSIONI - GALLERIA € 28.00. + COMMISSIONI


DALL' 8 MARZO

I DITELO VOI   "IL SEGRETO DELLA VIOLACIOCCA"

Un Thriller PsicoComico scritto e diretto da I DITELO VOI e FRANCESCO PRISCO

Che fine hanno fatto i fratelli CIRILLO (Mimmo Manfredi e Francesco De Fraia), spariti in circostanze misteriose trentadue anni fa e mai più ritrovati? Ne sa qualcosa RAFFAELE ANNUNZIATA (Lello Ferrante), chimico in pensione con una smodata passione per la floricoltura, radiato dall’albo medico per aver condotto esperimenti non autorizzati sulle presunte proprietà allucinogene della Violaciocca, il cosiddetto “Fiore della nonna”, e che li tiene in ostaggio nel cantinato proprio sotto la sterminata piantagione di fiori che coltiva con amore. Niente televisione, radio, giornali o internet (di cui i due ignorano l’esistenza), praticamente congelati al momento in cui sono stati rapiti per una vendetta ai danni di un collega, Mimmo e Francesco, ormai quarantenni, hanno conosciuto la vita soltanto attraverso gli occhi e i racconti del loro aguzzino, che si è divertito a creare una realtà che non esiste, inventando un mondo orrendo, pericoloso ed efferato, così da scoraggiarli a qualunque tentativo di evasione. Col passare del tempo, però, la gestione dei due ingenui reclusi comincia a complicarsi. Gli impulsi sessuali di Mimmo cominciano ad essere incontenibili, così come la voglia di Francesco che, nonostante la paura, sogna di uscire e scoprire cosa c’è oltre quello scantinato…

Prezzi:

GIOVEDI' : PLATEA € 23.00 + COMMISSIONI - GALLERIA € 19.00. + COMMISSIONI


DAL 5 APRILE

PAOLO CAIAZZO   "NO , GRAZIE IL CAFFE' MI RENDE NERVOSO "

FEBBRAIO 2017

CARCERE DI POGGIOREALE – NAPOLI

Mi chiamo Michele Giuffrida.

Sono passati 35 anni da quel Febbraio del 1982, giorno nel quale la Polizia fece irruzione nella cantina di casa mia dichiarandomi in arresto. Quello che dice la gente…quello di cui si sono convinti sia il Commissario sia il Giudice…è che io abbia ucciso Massimo Troisi e James Senese…durante il Primo (e unico) Festival Nuova Napoli. La gente crede che io sia il terribile Funiculì Funiculà, il micidiale serial killer protettore dei più vieti stereotipi che la città di Napoli si porta addosso da secoli e secoli.

Quando mi hanno arrestato . . . tutte quelle tremende cose che ho detto . . . tutte quelle che hanno detto su di me, io non me le ricordo perché ero in stato confusionale. Sono passati 35 lunghissimi anni ma finalmente sono libero! Sono libero ? Comunque non vedo l’ora di farmi riabbracciare dalla mia città . . .

il paese del mare . . . il paese del sole . . . E invece, una pioggia fitta fitta mi aspetta fuori dal grande e rumoroso cancello del carcere che si spalanca per farmi uscire. Ho ancora la maglia del Napoli. La stessa che indossavo la notte che mi hanno arrestato. Ho anche qualche chilo in più . . . la barba e i capelli, diciamo, brizzolati . . . ma che importa ! Sono libero ! Sono libero?

Vorrei gioire ma tutto quel vuoto, tutto quello spazio . . .un brivido alla schiena e una fitta allo stomaco . . .

Vabbuò ! Ma quella forse è l’ulcera.

Alzo la testa e, con sorpresa, vedo che c’è qualcuno che mi aspetta.

Una signorina, anche piuttosto bellina, che tiene in mano un cartoccio di paste per rendere più dolce il momento. Un attimo d’imbarazzo sotto la pioggia fastidiosa poi lei fa qualche passo verso di me.

Io le sorrido per incoraggiarla e per farle capire che sono felice di aver trovato qualcuno ad accogliermi.

”Ascione ? “ mi chiede…” No, Giuffrida…” “Scusate allora…non sto aspettando a voi ! “…

E si rimette nella posizione iniziale, quasi seccata di dover rifare di nuovo la scena che le era venuta così bene . . .Comincia così NO, GRAZIE IL CAFFE’ IL CAFFE’ MI RENDE NERVOSO DUE. Quando Massimo mi affidò il soggetto del film fu chiaro da subito che non sarebbe stato semplice contenere tutte le possibilità che la storia offriva nell’ambito e nella durata di un solo film.

Anche la minaccia preferita del terribile Funiculì Funiculà , ‘o ciuccio è ferito, ma nun è muorto, faceva chiaramente capire che non poteva essere finita così. Tutto ciò unito alla pressione dei fans che hanno sempre incessantemente chiesto, a furore di popolo, instancabili nel corso di questi 35 anni il ritorno di Michele Giuffrida, di Dieci Decimi e del suo strampalato cane, di Fusco e Amaniera, dello sfortunato killer a caccia di Nicola e della paziente Signora Signoriello, mi hanno spinto a tirare fuori dal cassetto la seconda parte della sceneggiatura. Non era cosa facile ! Doveva arrivare il momento giusto ! Dovevo avere al mio fianco talenti artistici e produttivi adeguati all’impresa. E oggi così è !

Sono pronto a chiarire vecchi misteri, per citarne uno su tutti il famoso Manniti di Riale di cui tutti mi chiedono da anni ragione e spiegazione e a raccontare nuovi intrighi, a farvi ritrovare vecchi amici e a presentarvi nuovi stravaganti personaggi, a dipanare vecchie matasse ed arruffarne altrettante nuove.

Ma soprattutto, giuro sulla mia divisa da boy scout, di dirvi finalmente la verità, solo la verità, nient’altro che tutta la verità. Stesso stile ! Stesso divertimento ! E quel modo innovativo di fare commedia che ha fatto del Caffè un piccolo classico. Altre sorprese arriveranno dal modo nuovo e insolito di utilizzare lo spazio teatrale.

Soluzioni sceniche e risorse tecnologiche di ultima generazione mi consentiranno una regia che non vi farà rimpiangere la dimensione cinematografica ma che ,anzi, vi farà ritrovare, vi piaccia o no, proprio nel bel mezzo dell’azione.

Eh allora ? State ancora là ? Pusate chelli svampose ! Muvite ‘e fangose !

Ci vediamo in teatro ! Funiculì Funiculà

Prezzi:

GIOVEDI' : PLATEA € 25.00 + COMMISSIONI - GALLERIA € 21.00. + COMMISSIONI


DAL 19 AL 22 APRILE

ISA DANIELI , LELLO ARENA e MARIA BOLIGNANO    "CUCITI A FILO DOPPIO "

Prezzi:

GIOVEDI' : PLATEA € 25.00 + COMMISSIONI - GALLERIA € 22.00. + COMMISSIONI