Teatro Ricciardi

CONCERTO GROSSO PER I NEW TROLLS
Direttore Ivano Caiazza
SABATO 19 OTTOBRE  h 20.00 TEATRO RICCIARDI - Capua

PLATEA : €32.00 - PALCHI I GALLERIA - I Galleria: €27.00 - PALCHI II GALLERIA - II Galleria: €22.00

26 NOVEMBRE

BIAGIO IZZO in TARTASSATI DALLE TASSE

scritto e diretto
da Eduardo Tartaglia

“Io le tasse le pagherei. Se solo però poi le cose funzionassero veramente!” Quan- te volte anche la nostra coscienza di pur buoni ed onesti cittadini ha segretamen- te partorito concetti del genere? E se poi davvero ragionassimo tutti quanti sempre così, come e perché mai le cose potrebbe- ro veramente funzionare? Sarà costretto improvvisamente a domandarselo anche Innocenzo Tarallo, 54 anni ben portati, napoletano, imprenditore nel settore della ristorazione, nipote e figlio di baccalaiuolo ora proprietario orgoglioso di un ristoran- te internazionale di sushi all’ultima moda, che dopo tanti sacrifici avrebbe voluto ora godersi anche un po’ la vita; magari anche grazie a qualche piccola “furbizia” di con- tribuente… E che si ritroverà invece in balia di mille peripezie e problemi.

12 DICEMBRE

I SOLITI IGNOTI
con GIUSEPPE ZENO e VINICIO MARCHIONI

dal film di Mario Monicelli, Cecchi D’Amico, Age&Scarpelli regia Vinicio Marchioni

La commedia è la prima versione teatrale del mitico film di Monicelli, uscito nel 1958 e diventato col tempo un classico imperdibile della cinematografia italiana e non solo.

Le gesta maldestre ed esilaranti di un gruppo di ladri improvvisati sbarcano sulle scene rituffandoci nell’Italia povera ma vitale del secondo dopoguerra. L’adattamento è fedele alla meravigliosa sceneggiatura di Age e Scarpelli senza rinunciare a trovate di scrittura e di regia per rendere moderna quell’epoca lontana. Il cast si avvale di attori di primo piano cresciuti alla lezione di quei mostri sacri della recitazione che sono stati Gassman, Mastroianni, Totò e gli altri attori del film. Uno spettacolo divertentissimo ed emo- zionante, assolutamente da non perdere.

30 DICEMBRE
ISA DANIELI in RACCONTAMI

testi e versi di A. Ruccello, E. Moscato R. Cappuccio, L. Wertmuller. regia: Isa Danieli

Un percorso di donna e di attrice che ha attraversato e attraversa i generi più di- versi delle forme teatrali esistenti. Dal gradino più basso, quello della Sceneg- giata, alla tragedia greca di Euripide e di Eschilo, fino ad incarnare le parole di au- tori contemporanei che hanno scritto per lei. Da L. Wertmuller a U. Chiti, Ruccello, Santanelli, Moscato, fino al recente Rug- giero Cappuccio. Una tradizione teatrale antichissima, tradita e amata al tempo stesso. Parole soffiate fino al cuore di chi ascolta, per trattenerle, perchè rimbalzino in un’eco mai rassegnato e muto. “Sono contenta di condividere con voi un privile- gio specialissimo: quello di aver dato voce, per un quarto di secolo, ad autori che hanno scritto per me storie che narravano quegli e questi anni: la forza, la fragilità,

i vizi e le virtù dei personaggi che ho in- terpretato, sono imbrigliati nei ricordi e in questa lettura ce n’è una testimonianza, che voglio salutare insieme a voi .

29 GENNAIO
MASSIMO LOPEZ & TULLIO SOLENGHI in SHOW

scritto da Massimo Lopez e Tullio Solenghi

Massimo Lopez e Tullio Solenghi tornano insieme sul palco dopo 15 anni come due vecchi amici che si ritrovano, in uno Show di cui sono interpreti ed autori, coadiuvati dalla Jazz Company che esegue dal vivo la partitura musicale: uno spettacolo che dopo due stagioni trionfali si avvia alla terza con sempre rinnovata passione.

Ne scaturisce una scoppiettante carrella- ta di voci, imitazioni, scketch, performan- ce musicali, improvvisazioni ed interazioni col pubblico. Tra i vari camei, l’incontro tra papa Bergoglio (Massimo) e papa Ratzin- ger (Tullio) in un esilarante siparietto di vita domestica, o quello di Maurizio Co- stanzo con Giampiero Mughini….In quasi due ore di spettacolo, Tullio e Massimo, da “vecchie volpi del palcoscenico”, si offrono alla platea con l’empatia spassosa ed emozionale del loro inconfondibile “marchio di fabbrica

13 FEBBRAIO 
DITEGLI SEMPRE DI DI
con CAROLINA ROSI eGIANFELICE IMPARATO
Una commedia in bilico tra la pochade e un vago pirandellismo, un congegno bizzarro in cui Eduardo si applica a variare il tema della normalità e della follia, consegnando a Michele Murri, il protago- nista, i tratti araldici della sua magistrale leggerezza. L’intreccio è di una semplicità disarmante: un pazzo, erroneamente congedato come guarito dal manicomio che lo ha ospitato, torna a casa dalla sorella Teresa e inizia, lucidamente, furiosamente, a sperimentare, e stravolgere, gli effetti della cosiddetta normalità. Il luogo dove siamo convocati
è il tipico interno piccolo-borghese di Eduardo, il salottino, e subito diviene
lo specchio scheggiato della follia del protagonista, l’antro in cui la sua mente può elaborare, manipolare, e distorcere, i ragionamenti e i sofismi di chi gli viene a tiro, scardinandone la fragilità e la vanità.

19 FEBBRAIO
CARLO BUCCIROSSO e ROSALIA PORCARO in LA ROTTAMAZIONE DI UN ITALIANO PERBENE

Alberto Pisapìa gestisce un ristorante di periferia ormai sull’orlo del fallimento! Da quasi quattro anni, vive una situazione di grande disagio psichico che negli ultimi tempi ha assunto la conformazione di

un vero e proprio esaurimento nervoso! Difatti, un pò a causa della crisi econo- mica del paese e della propria attività di ristorazione di riflesso, e anche a seguito di una serie di investimenti avventati con- sigliati dal fratello Ernesto, suo avvocato e socio in affari, Alberto si è ritrovato a dover combattere una personale dispe- rata battaglia contro gli attacchi spietati dell’Equitalia e la malvagità di sua suo- cera Clementina, spietato ed integerrimo funzionario della agenzia delle Entrate! Un incubo dal quale potersi liberare solo grazie all’amore della famiglia che si prodigherà per salvare la vita di un onesto contribuente, di questa Iniquitalia

12 MARZO
LA SCOMMESSA
con LUCIO PERRI ,IDA RENDANO e CLAUDIA MERCURIO

di Lucio Pierri e Lello Marangio regia Lucio Pierri

Una notte come tante, la vita della “Napoli bene” viene improvvisamente sconvolta in un noto night della movida partenopea. La morte di un giovane imprenditore, apparentemente avvenuta per cause naturali, cela in realtà un quadro fitto di intrecci di persone, legate tra di loro da una passione diventata ben presto una dipendenza: la ludopatia…pur di vincere, si è disposti a tutto. Pur di assaporare soltanto per un istante che può sembrare eterno, l’estasi del piacere per aver sapu- to sfidare e battere la sorte. E’ questa la nuova trama dell’ultimo libro di Stephen king?…macchè! E’ il plot della nuova commedia di Lucio Pierri e Lello Marangio, prodotta da Fratelli Di Versi, dove i con- torni del Thriller spionistico e psicologico sono lo spunto alla comicità esilarante e frenetica a cui i due autori hanno saputo abituarci negli anni. La scommessa sarà lo spettacolo sorpresa dell’anno…non ci credete? Scommettiamo?

2 APRILE
COSI' PARLO' BELLAVISTA
con MARISA LAURITO E GEPPY GLEIJESES

dal film e romanzo di L. De Crescenzo – regia Geppy Gleijeses

Alessandro Siani e Geppy Gleijeses adattano per il teatro il film di culto e il romanzo “Così parlò Bellavista”. Un omaggio doveroso, grande affresco corale sugli “uomini d’amore” e “gli uomini di libertà”, lo spettacolo ten- derà a riproporre le scene più esilaranti del film come “il cavalluccio rosso”,” la lavastoviglie”, “ il Banco Lotto”, “la ‘500 tappezzata di giornali” e naturalmente il mitico contrasto tra il professor Bellavista e il direttore dell’Alfasud Cazzaniga. Ma anche con inserti di grande filosofia di vita di De Crescenzo, che nel cenacolo snocciolerà deliziando i suoi discepoli.

La scenografia riprodurrà la facciata del grande palazzo di via Foria dove fu girato il film, con scale praticabili dall’interno
e vari elementi carrellati subentranti dai lati. Con le musiche originali di Claudio Mattone e ricordando sempre lo storico coautore di quel film: Riccardo Pazzaglia