UN RAGAZZO DI CAMPAGNA

UN RAGAZZO DI CAMPAGNA
DAL 22 FEBRAIO
di
Peppino De Filippo
regia
Luigi De Filippo
ripresa da
Rosario Giglio 
produzione
I Due della Città del Sole

Rappresentata per la prima volta al Teatro Nuovo di Napoli nel 1931, fu uno dei primi successi dei fratelli De Filippo, Eduardo, Peppino e Titina.
Siamo negli anni intorno al 1930, in un paesino di campagna nei dintorni di Napoli. Giorgio, oppresso dai debiti e con una moglie ex ballerina di varietà, capricciosa ed amante della bella vita, vuol combinare un matrimonio d’interesse tra il fratellastro Pasqualino e la bella Lucia, figlia di un ricco possidente del paese.


La vicenda, nella quale si disegnano comicamente tipi e caratteri della campagna napoletana del 1930, profuma di semplici ma sinceri sentimenti di un mondo perduto che appartiene al paese dell’anima che è quello della memoria.
In questa commedia si riconoscono i primi segni di quello che poi con il tempo caratterizzerà il Teatro dei De Filippo e cioè la capacità di portare alla ribalta in modo leggero temi importanti.

“Il pubblico si diverte, ma la sua risata non è di semplice evasione ma di apprendimento e riflessione.”