una giornata qualunque del danzatore

dal 2 al 5 aprile 

Lorenzo GLEIJESES
UNA GIORNATA QUALUNQUE DEL DANZATORE GREGORIO SAMSA
regia e drammaturgia
Eugenio Barba, Lorenzo Gleijeses, Julia Varley
voci off Eugenio Barba, Geppy Gleijeses, Maria Alberta
Navello, Julia Varley
suono e luci Mirto Baliani
spazio scenico Roberto Crea
produzione Gitiesse Artisti Riuniti
Lorenzo Gleijeses porta in scena la vicenda di Gregorio
Samsa, un danzatore immaginario, omonimo del
protagonista de La Metamorfosi di Franz Kafka. Lo
spettacolo è frutto di quattro anni di confronto con un
maestro indiscusso dell’avanguardia teatrale mondiale:
Eugenio Barba, che firma qui in oltre mezzo secolo la sua
prima regia esterna all’Odin Teatret e senza avvalersi dei suoi
attori, e al tempo stesso la sua prima co-regia assieme a
Gleijeses e a un’altra leggenda del teatro internazionale, Julia
Varley.
Sul palco osserviamo Gregorio svolgere la sua routine
quotidiana mentre interagisce con una tecnologia pervasiva.
Il protagonista è impegnato nella continua ripetizione delle
sue partiture, che deve memorizzare in vista di un imminente
debutto. Ripete maniacalmente solo sei movimenti nello
spazio in infinite varianti, quasi a sfidare sé stesso e i
confini tra reale e immaginario. È convinto che attraverso
la ripetizione sia possibile giungere a un alto livello di
qualità interpretativa. La sua ricerca artistica mira alla
libertà. Doppia la sua stessa vita e acquisisce una ricchezza
labirintica che sarà squarciata dalla volontà di inseguire sé
stesso. Il suo perfezionismo lo catapulta in un limbo in cui
si erodono i confini tra reale e immaginario, lavoro e spazio
intimo, fra teatro e vita quotidiana. Si scontrano, allora, le
esigenze del mondo esterno e le sue profonde necessità
personali.