Spettacoli , Eventi

DAL 10 AL  19 MAGGIO 2024 ore 15.00 - ore 18.00

TEATRO AUGUSTEO NAPOLI

“L’arte della truffa” il nuovo spettacolo di Biagio Izzo

scritto da Toni e Augusto Fornari, che cura anche la regia, sarà in scena da venerdì 10 maggio al teatro Augusteo (Napoli, Piazzetta duca d’Aosta 263), debutto nazionale.

Biagio Izzo sarà protagonista in scena con Carla Ferraro, Roberto Giordano, Arduino Speranza, Ciro Pauciullo e Adele Vitale.

Scene di Massimo Comune, Disegno luci di Luigi Raia, Musiche di Gruppo SMP, Costumi di Federica Calabrese, produzione esecutiva di Giacomo Monda.

 

Sinossi: la vita di Gianmario e della mogiie Stefania viene sconvoita dall’arrivo del fratello di lei, Francesco, che la coppia è costretta a prendere in casa per fargli ottenere gli arresti domiciliari. Gianmario, integerrimo uomo d’affari, è preoccupato che la presenza del cognato, noto truffatore, possa nuocere ai rapporti che lui intrattiene con alti prelati del Vaticano, per i quali lavora. Ma un imprevisto rovescio finanziario porta Gianmario ad aver bisogno delle ‘arti’ del cognato, accettando in qualche misura le sue ‘regole’, da sempre criticate, ma ora indispensabili per salvare la sua reputazione di grande uomo d’affari.

Il nuovo spettacolo di Biagio Izzo è una commedia brillante, che tra momenti paradossali, comici ed emozionanti ci farà assistere alla consumazione di una truffa ...a fin di bene, che porterà Gianmario a riconsiderare il rapporto con il cognato.


Lunedi' 20 maggio 2024
Wine&Thecity
Archivio Storico di Napoli

Dal 20 al 25 maggio a Napoli è Wine&Thecity, la settimana più attesa della primavera napoletana. Vino, luoghi insoliti, bellezza sparsa, incontri, storie e degustazioni diffuse in città: la nostra ebbrezza creativa che dal 2008 ha rivoluzionato il modo di comunicare il vino.
Per questa XVI edizione ci siamo ispirate al più prezioso e sociale abitante delle vigne, l’ape. Come le api siamo laboriose, instancabili, corali. E stiamo lavorando al nostro alveare 2024. Dove saremo? Ecco qualche anticipazione: il 20 maggio uno dei luoghi più antichi e affascinanti della città ospiterà la serata inaugurale, come sempre arte e vino per grandi emozioni. Il 22 maggio saremo tra le vie di Chiaia per la tradizionale festa mobile tra boutique, atelier, gallerie d’arte e design. E poi giardini e cortili storici, grandi alberghi e indirizzi segreti. Il gran finale sarà in vigna, una vigna speciale, anzi, reale.


MERCOLEDI' 15 MAGGIO 2024
MAX ANGIONI in ANCHE MENO
TEATRO ACACIA NAPOLI

Max Angioni, non a caso detto “quello dei miracoli”, torna a teatro dopo lo strabiliante successo del suo ultimo tour, che ne ha determinato l’ascesa irreversibile all’Olimpo dei più sorprendenti artisti dell’ultimo secolo. Questa volta non si limita a portare in scena un semplice show, ma una vera e propria opera d’arte, destinata a diventare il nuovo manifesto della cultura occidentale, e che lo consacra definitivamente come icona contemporanea

… Troppo? Avete ragione, verrebbe da dire: “ANCHE MENO”.

È questo il titolo del nuovo spettacolo teatrale di questo giovane comico, brillante e spettinato, che anche questa volta non risparmia la proverbiale autoironia, e torna a divertirsi e a divertire il pubblico italiano, con una nuova tournée di oltre 50 date. Eppure Max si considera davvero un miracolato, e stenta a credere a questo inatteso successo.

Ed è proprio questo che ritroviamo in “Anche Meno”, un poco più che trentenne, figlio unico, che ha costruito un mondo immaginifico attraverso cui filtra i piccoli avvenimenti quotidiani e le grandi domande esistenziali, e reinterpreta in modo surreale tutto quello che gli passa per la testa: dai ricordi delle prime volte, all’incredulità per le grandi conquiste, alle domande più curiose e originali sulla storia e il senso della vita… ma anche meno!

Max Angioni mantiene il suo sguardo semplice, che sembra essere esilarante suo malgrado: come ogni artista continua a sentirsi precario, e si districa ogni giorno - come tanti - tra il trasloco, il rubinetto che perde, le sedute di psicoterapia e l’incertezza del futuro. Per sa farlo con il suo modo, deliziosamente incerto, sferzando con battute brillanti, con il ritmo serrato della Stand Up Comedy, e con il talento da improvvisatore.

Eccolo Max, che usa la comicità come un rito apotropaico, che prende in giro la sua stessa sfiga, che sovverte il punto di vista canonico delle cose con le logiche eccentriche e irresistibili della fantasia.

LA SIRENETTA il musical

DOMENICA 10 NOVEMBRE ore 17.00

PALAPARTENOPE NAPOLI

C'era una volta, il Regno di Atlantica, che senza confini si estendeva per tutto il mondo sommerso , decorato di conchiglie e madreperle multicolori che brillavano ai raggi del sole.
Qui regnavano due giovani fratelli, Tritone e Ursula.
Tritone aveva ereditato da suo padre Poseidone il tridente, lo scettro al cui potere il mondo sommerso si piegava. A Ursula invece era stato donato il Nautilus la conchiglia dai poteri magici e che poteva intrappolare qualsiasi cosa al suo interno.
Dopo la morte della moglie Athena per mano dei pirati , Tritone convinse sua sorella Ursula ad usare la sua bella voce incantatrice, fattale dono da sua madre, per attirare le navi che lui poi avrebbe fatto affondare, con il suo potere, rompendole tra gli scogli.
Ma un giorno Ursula non assecondo' più il bisogno di vendetta del fratello e smise di cantare.
Tritone uso' il potere del tridente e privo' Ursula della sua voce per sempre.
Ursula deturpata della sua voce scatenò l' inferno e uso' i poteri del Nautilus per trasformarsi in un polipo gigante diventando la strega del mare e regina dell' oscurità.
Gli anni scorrevano veloci ad Atlantica e le figlie di Tritone crescevano in fretta e volevano esplorare il mondo di sopra e conoscerne la sua bellezza ma Tritone glielo proibì e insieme al suo fedele consigliere Bastian cercava continuamente di tenere impegnate le sue figlie con compiti di alta responsabilità per il regno e il suo sviluppo. La figlia più piccola Ariel era affascinata dal mondo di sopra e non poteva farne a meno e ogni volta che poteva saliva in superficie con l' amica pesciolina Flubber e il gabbiano Shaffle esperto in umanologia. Un giorno Ariel assiste al naufragio di una nave e salva la vita al principe Rick , tra i due è amore a prima vista , ma il principe ricorda solo il suono melodioso della sua voce. Ursula la strega del mare vuole vendicarsi di Tritone cosi fa in modo di portare Ariel al suo cospetto e a stringere un patto con lei dicendole che, in cambio della sua voce, la farà diventare umana per tre giorni; se riuscirà a farsi baciare dal principe entro lo scadere dei termini diventerà definitivamente umana in caso contrario Ariel sarà di sua proprietà per sempre senza più un' identità. E così Ariel senza voce viene catapultata con le sue nuove gambe in superficie e aiutata dai suoi fedeli amici la pesciolina Flubber, il gabbiano Shaffle e il granchio Bastian riesce ad alzarsi in piedi e a rendersi presentabile per il principe Rick. Purtroppo però senza la sua voce soave il principe non la riconosce ma l' accoglie al suo castello e stringono un forte legame ma del bacio d" amore neanche l'ombra. Durante una romantica serata Rick ammaliato dal cuore puro di Ariel decide di dichiararsi ma Ursula mette in atto un piano malvagio trasformandosi in una bella ragazza con la voce di Ariel per incantare e ammaliare il principe. Ursula viene smascherata da Bastian e Shaffle che subito riferiscono tutto ad Ariel la quale durante il ballo di fidanzamento strappa dal collo di Ursula il nautilus che racchiudeva la sua voce e se ne riappropria. Purtroppo però Ursula riprese le sembianze della strega del mare riesce a portare con sé Ariel nell' oscurità. Nel frattempo Tritone venuto a sapere di tutta la storia da Bastian e del pericolo che stava correndo sua figlia, affronta Ursula. Durante il confronto però...


GIOVEDI' 9 MAGGIO 2024
THE BEATBOX 
TEATRO ACACIA NAPOLI

The Magical Mistery Story è il nuovo spettacolo dei The Beatbox dedicato alla storia ed alla musica dei Beatles. Attraverso le canzoni, i racconti di Carlo Massarini, cambi di scena, di abiti e di strumenti

musicali, nell’arco di due ore andremo a conoscere e rivivere l’incredibile avventura dei Beatles, e di come abbiano cambiato il corso della musica odierna con le loro indimenticabili canzoni.

Sul palco The Beatbox formazione nota in tutta Europa con centinaia di concerti ogni anno e partecipazioni ai maggiori festival dedicati ai Beatles, formata da quattro giovani musicisti: Marco Breglia, Filippo Caretti, Michele Caputo e Federico Franchi della stessa età dei Beatles, che interpreteranno fedelmente i grandi successi del quartetto di Liverpool.

Carlo Massarini, noto conduttore e giornalista musicale, nell’arco dei quattro cambi che caratterizzano lo spettacolo, racconterà la storia dei Beatles, svelandone aneddoti e curiosità e tanto altro.

Per ottenere il risultato desiderato nulla è stato lasciato al caso: dalla strumentazione, originale e identica a quella usata dai Beatles nei loro storici concerti e per incidere gli album, fino ai  cambi di abiti e trucco per farci rivivere il momento storico. I vestiti di scena sono stati confezionati su misura per la band, dalla stessa sartoria inglese che creò quelli dei Fab Four per la tournée americana.

Uno show che attraversa i ricordi e le scoperte di più generazioni e che intende riportare l’entusiasmo e la positività dei mitici anni ‘60. La scaletta ripercorre gli storici successi al Cavern Club di Liverpool fino ad arrivare ai capolavori che hanno preceduto lo scioglimento della band nel 1970.

I BeatBox ripropongono fedelmente le hit della discografia dei Beatles con una accuratezza esecutiva assoluta, restituendo all’ascoltatore l’impatto sonoro e soprattutto vocale del leggendario quartetto.

I tour dei The Beatbox annualmente toccano: Francia, Belgio, fino a Russia, Germania, Romania e Svizzera. Sono sempre ospiti d’onore dei Beatles Day Europei come quelli di Genova, Bellinzona, Sanremo e Salso Maggiore. I BeatBox radunano un pubblico non solo “over 30”, ma anche tanti giovanissimi. Una musica senza età per chi ama un genere che non ha seguito la moda.

Il tour teatrale toccherà le principali città italiane, nelle due ore di concerto, vivremo indimenticabili emozioni ascoltando: Love me do, She loves you, A hard day’s night, Yesterday, Yellow Submarine, Hello Goodbye, Hey Jude, Come together, Let it be, Get Back, solo per citare alcune hit, a cui si aggiungeranno vere e proprie chicche per appassionati come: In my life, Girl, Norwegian wood e tante altre pietre miliari della musica moderna.

Chiudete gli occhi e riapriteli per un viaggio negli anni 60.

MERCOLEDI' 24 APRILE 2024

MAURIZIO BATTISTA in ai miei tempi non era cosi'

Siamo veramente sicuri che il passato coincida con l’idea di “vecchio” e il presente con l’idea di un “nuovo” che ci costringe ad arrancargli dietro, fino a farci invecchiare prima del tempo? E chi l’ha detto che la felicità consista in un accumulo di “effetti speciali” o non piuttosto, com’era una volta, nel sapersi divertire con talmente poco che eravamo noi a sentirci “speciali”?

Tra queste e altre domande, si muove Maurizio Battista, in un precisissimo slalom per non urtare i paletti dell’ipocrisia e dell’ignoranza, issati dall’epoca attuale, coadiuvato dalla musica dei Los Locos, dalle canzoni di Renato Zero interpretate dal suo erede naturale Daniele Si Nasce e dall’irriverenza del comico Dado, sempre pronto a smascherare inganni e sotterfugi della contemporaneità.


DOMENICA 21 APRILE 2024 ore 18.00
TEATRO POLITEAMA NAPOLI

LA TRAVIATA 

Regia di Lorenzo Lenzi. Cast di calibro internazionale. Lo spettacolo, particolare e senza filtri, ha già registrato diversi sold out e animato le riflessioni di critica e pubblico.

Protagonisti in scena il soprano Desirée Rancatore, nel ruolo di Violetta; il tenore Francesco Castoro, nel ruolo di Alfredo Germont; e il baritono Giovanni Palminteri, nel ruolo di Giorgio Germont. Tutti noti per spiccate capacità vocali e sceniche. Di alto livello anche gli altri cantanti: Gabriella Aleo, in Flora Bervoix; Francesco Ciprì, in Gastone; Francesco Cascione, nel ruolo del Barone Douphol; Maria Mellace, in Annina; Alex Franzò, nel ruolo del Marchese D’Obigny; Angelo Michele Mazza, nel ruolo del Dottor Grenvil. Francesco Di Mauro dirigerà l’Orchestra e il Coro del Sicilia Classica Festival.

Il richiamo all’allure ottocentesco, più simbolico che realista, avverrà attraverso una serie di dipinti proiettati sul fondo della scena. Le tematiche del primo e secondo atto si riscontrano nelle categorie pittoriche delle nature vive e del nudo artistico: un esempio per tutti, la scena neoclassica della campagna, in cui il Cesto di fiori di Delacroix si unisce a un trio di statue viventi che omaggiano le Grazie del Canova, simboleggiando una quotidianità stucchevolmente perfetta e destinata a crollare. Mentre il terzo atto evidenzia, attraverso le nature morte, il concetto della Vanitas e della caducità della vita.

Scene del Sicilia Classica Festival, costumi di Fabrizio Buttiglieri, coreografie di Stefania Cotroneo.

DAL 24 AL 29 SETTEMBRE 2024
TEATRO BELLINI NAPOLI
SANGHENAPULE
Vita straordinaria di San Gennaro

testo e drammaturgia Roberto Saviano e Mimmo Borrelli
con Roberto Saviano e Mimmo Borrelli
musiche, esecuzione ed elettronica Gianluca Catuogno e Antonio Della Ragione
scene Luigi Ferrigno
costumi Enzo Pirozzi
luci Salvatore Palladino
sound design Alessio Foglia
regia Mimmo Borrelli


DIEGO VIVE!
DAL 1 MAGGIO 2024
DALLE ORE 10 ALLE ORE 21
TUTTI I GIORNI PRESSO EX BASE NATO- NAPOLI
DIEGO VIVE UN'ESPERIENZA IMMERSIVA A 360° CON GIOCHI, OLOGRAMMI, REALTÀ VIRTUALE E TANTE ALTRE SORPRESE. DIEGO VIVE Il primo PARCO A TEMA al mondo pensato e realizzato come omaggio a DIEGO ARMANDO MARADONA, personaggio sportivo tanto grande per fama e carisma da divenire, negli anni, idolo immortale per milioni di appassionati. Un grande SPAZIO D’INTRATTENIMENTO PER TUTTA LA FAMIGLIA, qui genitori e nonni potranno condividere con figli e nipoti l’emozione di un viaggio nel tempo insieme al più grande giocatore di calcio di sempre. Un EVENTO IMPERDIBILE per tutti quelli che hanno amato, e ancora amano, il campione senza età, nell’immaginario collettivo molto più di un calciatore.
UN’AVVENTURA 3D che rende possibile sentirsi Maradona per un giorno, sospesi tra sogno realtà. DIEGO VIVE non è un museo, né uno show, né solo una mostra immersiva ma è un vero PARCO a tema, le cui caratteristiche peculiari sono in grado di generare emozione,stupore, divertimento e tanto altro.

POMPEII THEATRUM MUNDI 2024
DAL 13 GIUGNO AL 13 LUGLIO 2024
TEATRO GRANDE POMPEI

un progetto del Teatro di Napoli – Teatro Nazionale e del Parco Archeologico di Pompei dal 13 giugno al 13 luglio 2024 al Teatro Grande del Sito di Pompei. Dalla ODISSEA CANCELLATA di Emilio Isgrò con la regia di Giorgio Sangati su installazione scenica “in situ” di Emilio Isgrò
al DE RERUM NATURA di Fabio Pisano con la regia di Davide Iodice a EDIPO RE di Sofocle con la regia di Andrea De Rosa a FEDRA, Ippolito portatore di corona di Euripide con la regia Paul Curran il prestigioso programma di testi classici che tra il 13 giugno e il 13 luglio 2024 verrà presentato al pubblico in 12 sere d’estate in uno dei luoghi più belli al mondo

Il Teatro di Napoli-Teatro Nazionale diretto da Roberto Andò e il Parco Archeologico di Pompei diretto da Gabriel Zuchtriegel presentano la nuova, settima edizione della rassegna POMPEII THEATRUM MUNDI, realizzata con il sostegno del Ministero della Cultura, del Comune di Napoli, della Regione Campania, della Città Metropolitana di Napoli.

La nuova edizione della rassegna, ormai tra le maggiori e più attese dell’estate italiana dei festival, prenderà il via il 13 giugno 2024 presentando al Teatro Grande del Parco archeologico fino al 13 luglio quattro spettacoli a firma di importanti registi e artisti della scena nazionale e internazionale, ognuno replicato per tre sere, dal giovedì al sabato sempre alle ore 21.00, quando la magia della sera cala sul sito avvolgendo tutti in un’atmosfera di rara, incomparabile bellezza.


LE 5 ROSE DI JENNIFER
TEATRO BELLINI
DAL 1 AL 6 OTTOBRE 2024
Jennifer è un travestito romantico che abita in un quartiere popolare della Napoli degli anni ‘80. Chiuso in casa per aspettare la telefonata di Franco, l’ingegnere di Genova di cui è innamorato, gli dedica continuamente Se perdo te di Patty Pravo alla radio che, intanto, trasmette frequenti aggiornamenti sul serial killer che in quelle ore uccide i travestiti del quartiere. Gabriele Russo affronta per la prima volta un testo di Ruccello – scegliendo il più simbolico, quello che nel 1980 impose il drammaturgo all’attenzione di pubblico e critica. Il regista ci preannuncia una messinscena dall’estetica potente, fedele al testo e, dunque, alle intenzioni dell’autore «ci atteniamo alle rigide regole e alle precise indicazioni che ci dà Ruccello stesso – racconta Russo – cercando di attraversare, analizzare, capire sera per sera, replica dopo replica un testo strutturalmente perfetto, che delinea un personaggio così pieno di vita che pare ribellarsi alla mano di una regia che vuole piegarlo alla propria personalissima visione. Non è un testo su cui sovrascrivere ma in cui scavare, per tirare fuori sottotesti, possibilità, suggestioni, dubbi». In scena, un inedito Daniele Russo, affiancato da Sergio Del Prete in un allestimento che restituirà tutta la malinconia del testo senza sacrificarne l’irresistibile umorismo.

LUNEDI' 14 OTTOBRE 2024

STEFANO NAZZI “INDAGINI LIVE”
TEATRO AUGUSTEO NAPOLI

“INDAGINI LIVE” è lo spettacolo con cui il giornalista e scrittore STEFANO NAZZI porterà dal vivo il suo celebre podcast, diventato un vero e proprio tour nei principali Teatri italiani.

Se c’è una voce che negli ultimi anni si è imposta all’attenzione di tutti gli appassionati dei podcast true crime (e non solo) conquistando giorno per giorno sempre più ascoltatori, fan appassionati che aspettano il primo di ogni mese solo per ascoltare il suo podcast “INDAGINI”, quella è la voce di STEFANO NAZZI.

Nazzi da sempre si è occupato di cronaca, seguendo i casi più conosciuti e di maggiore risonanza, ma anche vicende meno note. Oggi racconta la cronaca e l’attualità per Il Post. Oltre a essere ideatore e autore di “INDAGINI”, al primo posto delle classifiche dei podcast, ha pubblicato quest’anno “Il volto del male” (Mondadori, 2023).