Teatro Toto'

DAL 17 AL 26 FEBBRAIO
NANNARELLA 5.0
con PATRIZIO RISPO - RAFFAELLA AMBROSINO - STEFANO SANNINO

È sempre difficile costruire uno spettacolo in memoria di un’ artista scomparsa quando ancora si è neonati.

Ma come spesso succede, basta vedere un solo filmato di repertorio per poi documentarsi e vedere tutto di tali colossi del cinema e dello spettacolo. Per anni ho cercato, in ogni anfratto del web e, prima ancora, nelle videoteche tutto quello che riguardava la vita e le opere di Anna Magnani.

In questo spettacolo ho inteso acquisire le sue “note” gravi, la sua improvvisazione traducendo le prime in lirica, le seconde in essenze jazz.

Da napoletano, ovviamente, non potevo che essere attratto dal suo amore per la mia città e per gli artisti che con lei hanno fatto la storia dell’avanspettacolo prima, del cinema poi. Nannarella 5.0 è un viaggio emozionale e celebrativo nella storia di una donna che ha saputo esaltare ogni sfumatura della napoletanità consacrata, a suo modo, all’eternità romana e romanesca che le apparteneva.

Un viaggio nelle canzoni amate da Anna e nella poetica postuma a lei dedicata.

DAL 17 AL 26 FEBBRAIO
GENITRORIAL - ISTRUZIONI PER L'USO
con SALVATORE GISONNA - MIRIAM CANDURRO - GIOVANNI ALLOCCA - PEPPE LAURATO

E se fossero i figli a dover educare i genitori? Questo è il tema della nuova divertentissima commedia scritta da Salvatore Gisonna e Marco Critelli.

In una società dove spesso i ruoli si ribaltano ecco che ci troviamo davanti ad una famiglia dove la mamma fa l’influencer, il papà ufficiosamente fa il delivery, ma ufficialmente si dedica anima e corpo ai giochi elettronici, mentre a mandare avanti la casa sono i due figli estremamente responsabili.

La piccola Chanel, che si dedica alle faccende di casa e Jason che è il genio di casa, sempre in contrasto con il padre che lui giudica immaturo e banale, il tutto condito da uno zio invadente e ipocondriaco, ingegnere, ma con poco ingegno che lavora in un call center e vende aspirapolveri.

La situazione cambia però quando la scuola manda a casa un assistente sociale pignolo e stravagante per verificare il comportamento dei genitori completamente assenti nella vita scolastica dei due. A questo punto i due devono rimboccarsi le maniche, immergersi in questa nuova avventura, quella dei genitori, e aiutati dallo zio cercano di meritarsi la fiducia dell’assistente sociale nonché l’amore dei loro figli…. E qui ne succederanno delle belle.

Nel Cast Salvatore Gisonna e Miriam Candurro, volto celebre di Un Posto al Sole, al suo debutto teatrale, Giovanni Allocca, figlio d’arte e attore teatrale con alle spalle numerosi spettacoli di successo

DAL 3 AL 12 MAZO
IL SETTIMO SI RIPOSO'

con BENEDETTO CASILLO

“Il settimo si riposò” è praticamente un thriller comico. Sullo sfondo un grottesco rapporto di reciproca antipatia tra due dirimpettai di uno stesso condominio della nostra città di Napoli. Smargiassate, esibizionismi, gelosie, ripicche, tiri mancini. 

Uno dei due galletti non compare mai inscena ma è prepotentemente sempre presente nei pensieri del protagonista della nostra storia Antonio Orefice, sedentario e anonimo impiegato che la domenica la passa in pantofole aspettando l’ora di pranzo e la mitica trasmissione radiofonica “Tutto il calcio minuto per minuto”. 

Il classico sportivo da sofà. L’unico esercizio fisico che contempla ed esegue è la camminata dalla poltrona alla postazione cannocchiale con il quale osserva e scruta l avventure del suo odiato dirimpettaio. E cerca in ogni modo di rovinargli le continue feste e festicciole che il gaudente nemico si concede platealmente con comitive di amici allegri e chiassosi fino a notte inoltrata. Vendetta, tremenda vendetta. La domenica mattina è la giornata della rivalsa per il nostro Orefice. Ma a volte anche il destino sembra accanirsi contro i poveri cristi come lui. E questa domenica per don Antonio diventerà proprio una domenica decisamente bestiale. 

La radio annuncia che un pericoloso bandito è evaso da un carcere del Nord ed è stato avvistato dirigersi verso Sud. Tutta la popolazione è avvisata di stare in allerta. Il bandito è armato e potrebbe ritrovarsi in una qualsiasi parte d’Italia. Solo questo ci mancherebbe: che il gangster si intrufolasse in casa Orefice! Passa l’angelo e dice Amen. Il malvivente irrompe giusto in casa dello sconfortato impiegatuccio. Lui e tutta la sua famiglia restano in ostaggio del criminale che decide di nascondersi a Napoli per, poi, imbarcarsi per la Tunisia.

La casa di Antonio si affolla mano a mano di pittoreschi personaggi, per un turbinio di incontrollabili pirotecniche situazioni fino all’epilogo più fantozziano possibile per lo scalcinato protagonista.

DAL 17 AL 26 MARZO
LO SCAMBIO

con DAVIDE FERRI - ROSARIO VERDE

Altra attesissima commedia della compagnia stabile del Teatro Totò. 

Due fratelli, un borsone pieno di calzini ed un basso napoletano. Sono questi gli elementi che caratterizzano la nuova commedia di Rosario Verde e Gaetano Liguori, rispettivamente attore e regista. 

Ancora una volta si ritrovano a scrivere insieme un testo che è un continuo vortice di equivoci e risate fino al colpo di scena finale. 

Una commedia che vede, tra i protagonisti, la singolare comicità di Davide Ferri che assieme ad un turbinio di surreali personaggi terranno lo spettatore incollato alla poltrona fino alla fine.

SABATO 1 APRILE 2023
NATALE GALLETTA in concerto
TEATRO TOTO' NAPOLI
PLATEA € 32.00 / GALLERIA € 27.00

DAL 14 AL 23 APRILE
QUELLO CHE GLI UOMINI NON DICONO
con  SALVATORE CATANESE - ROSARIO MINERVINI - CIRO ESPOSITO

I piani matrimoniali di Massimo vanno in fumo quando si rende conto che la sua ragazza desidera le stesse cose…ma con un altro uomo.
Massimo, affranto e distrutto, si lascia consolare dai suoi amici, Bruno e Gerry, entrambi single convinti. Troppo convinti. Al punto che Bruno ha ideato “Il codice Alpha”, un manuale utile a gestire le relazioni con le donne senza mai soffrire e uscendone ogni volta vincitore. Gerry ne è un fedele sostenitore ed è arrivato a cambiare radicalmente se stesso, soprattutto esteriormente.

Massimo si convince a seguirli nelle loro follie e si ritrova a vivere incontri casuali e avventure di una notte.
Questo cambio di vita lo manda su di giri al punto che ritiene di aver ritrovato il vero Sé…se non fosse per il fatto che una notte in cui l’alcool regna sovrano, tra gli incontri casuali, gli capita Silvia. I due si ritrovano lì quella notte, ma non sono loro, eppure qualcosa succede.

Qualcosa che va oltre. Qualcosa che rischia di mandare all’aria i piani di libertino di Massimo e la sua amicizia con Bruno e Gerry. Tutto potrebbe risolversi facilmente, eppure la situazione non fa altro che complicarsi. Perché ogni volta che una storia ci va male reagiamo di conseguenza e ci chiudiamo un po’ di più? Ogni volta indossiamo una maschera più grande
che ci copre non solo il viso ma pure l’anima. Ogni volta perdiamo un pezzo di noi e rischiamo di trovarci davanti alla persona giusta senza essere più esattamente noi ma solo una serie di maschere una sopra l’altra.
E se tutte le relazioni sbagliate servissero solo a portarci sulla strada giusta? Se ci aiutassero a deviare verso il nostro fine, verso la nostra felicità? Se fosse così, continueremmo comunque a “soffrire per amore”?

DAL 28 APRILE AL 7 MAGGIO

THE MAST - CERCASI OPERAIO CON VOGLIA DI LAVORARE

con  MARCO LANZUISE e SALVATORE TURCO

Dopo i grandi consensi ottenuti in televisione e sulle piattaforme web finalmente arriva a teatro la commedia “the mast – cercasi operaio con voglia di lavorare”, la saga di episodi in cui si racconta comicamente il mondo del lavoro, strizzando l’occhio alla satira sociale. 

Protagonisti saranno ovviamente don pasquale, interpretato da marco lanzuise, severo proprietario di azienda “sui generis” ed il suo dipendente “modello”, interpretato da salvatore turco, che cerca senza successo di far valere i suoi diritti di instancabile lavoratore. 

Riuscira’ don pasquale a trovare un buon operaio con tanta voglia di lavorare? Lo scopriremo in questa pochade divertente dove non mancheranno risate e colpi di scena.

DAL 12 AL 14 MAGGIO
“JE SI TURNASSE A NASCERE” 

con FRANCESCA MARINI

“JE SI TURNASSE A NASCERE” è un tributo a Nino D’Angelo.
Le meravigliose e uniche sonorità di Francesca Marini incroceranno la migliore musica del grande cantautore e poeta napoletano.